“In qualche posto, nel suo cuore, con vecchi e nuovi colori”

Articoli con tag “Italy

Cimitero di Staglieno, ingresso con i primi campi.

Il cimitero monumentale di Staglieno, nel cuore di Genova è uno dei più grandi d’Europa, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. Nei primi dell’800, per cause igieniche, vennero spostati i luoghi di sepoltura fuori dalle città, anche Genova seguì le direttive di Napoleone ma solo dopo la grande epidemia di colera del 1835 che mieté moltissime vittime. Una di queste fu Carlo Barabino (Genova 1768-1835) architetto ed urbanista,al quale era stato affidato l’incarico della progettazione del cimitero.


La spiaggia di Sturla e punta S. Chiara


Ponte di S. Agata, torrente Bisagno

Torrente Bisagno.
In passato il Bisagno, come un lungo serpentone che scendeva dalla montagna, serviva per trasportare verso il porto da Calvari (frazione sulle alture di Davagna) il legno di castagno destinato alla costruzione delle navi.

Nella parte finale del suo percorso, attraversa i quartieri genovesi di Prato, Doria, Giro del Fullo, Molassana, San Gottardo, San Sebastiano, Gavette, Staglieno, Marassi, Borgo Incrociati, Borgo Pila e Foce.
__________
Ponte di S. Agata.
Pesantemente danneggiato durante la tragica alluvione del 7 ottobre 1970 che causò oltre venti morti, principalmente nella zona della stazione ferroviaria di Genova Brignole, e nella quale del ponte crollarono due delle arcate lasciate libere, cui seguì ancora il crollo dell’arcata rimasta sulla sponda di Levante nei successivi fenomeni alluvionali degli anni novanta, il ponte sul Bisagno è stato definitivamente chiuso. Quello che ne rimane sono solo pochi resti, due arcate cui sono stati posti alcuni tiranti metallici per evitare il crollo totale.
(http://it.wikipedia.org/wiki/Bisagno)

foto©Aleyakke


Via Gramsci e darsena

foto©Aleyakke


La Foce oggi

La Foce, un tempo spiaggia e campi da calcio...

“Ricordo che c’erano solo i relitti delle chiatte da sbarco,
quello che era il parco giochi di chi sognava l’avventura
e lungo tutta la Foce l’acqua era limpida e pura
e sugli scogli i pescatori avevano la mano sicura:
è così che tanti anni fa era il nostro quartiere…”
Bruno Lauzi


“A Lanterna”

La snella figura della Torre del Faro, chiamata nell’antico linguaggio popolare Lanterna, è il simbolo più famoso che rappresenta la città in Italia e nel mondo. Dall’alto dei suoi 76 metri domina il porto e il centro storico.

http://www.fortidigenova.com/lanterna.html

foto©Aleyakke


XX Settembre levante


Porto turistico e Biosfera


Sturla, la spiaggia (monte di Portofino, sul fondo)


Piazza della Annunziata


Porta Soprana

Porta Soprana (da Superana) era un tempo la principale porta d’accesso alla città di Genova.
È una delle principali architetture medioevali in pietra del capoluogo ligure ed è situata sulla sommità del Piano di Sant’Andrea, a breve distanza dal quartiere storico di Ravecca, l’antico oppidum cittadino. Poco distante da essa si trova la casa-museo di Cristoforo Colombo.

Una iscrizione latina su una torre cita:

†;  Nel nome di Dio onnipotente, Padre Figlio e Spirito Santo. Amen
Sono sorvegliata da soldati, circondata da splendide mura
e scaccio lontano con il mio valore i dardi nemici.
Se pace tu porti, accostati pure a queste porte,
se guerra tu cerchi, triste e battuto ti ritirerai.
Il Meridione e il Ponente, il Settentrione e l’Oriente sanno
su quali enormi fremiti di guerre io Genova abbia prevalso.

<http://it.wikipedia.org/wiki/Porta_Soprana&gt;

foto©Aleyakke


La Cattedrale di San Lorenzo

Al centro della città, stretta fra i vicoli e le piazzette del centro storico e dedicata al martire, la cattedrale di San Lorenzo è sicuramente un simbolo di Genova. Costruita all’inizio del XIV secolo, la sua suggestiva facciata stretta fra le due torri presenta i portali nel tipico gotico locale genovese, mentre le statue dei due leoni di marmo risalenti all’Ottocento sembrano vegliare sulla famosa Cattedrale. L’interno è a tre navate divise tra loro da colonne sormontate da finti matronei di epoca gotica e da arcate romaniche. La navata centrale è rivestita interamente in marmo. Nella navata di sinistra troviamo la Cappella di San Giovanni Battista costruita nel 1465, mentre nella navata di destra si accede al Museo del Tesoro di San Lorenzo dove si possono ammirare oggetti sacri preziosi tra cui il Sacro Catino ritenuto dai cattolici il piatto usato da Gesù nell’ultima Cena.

foto©Aleyakke


via del Campo (a levante)

viadelcampo

foto©Aleyakke


Negozio-museo dedicato a Fabrizio De André

tassio

In via del Campo, piazzetta del Campo c’è il Negozio Museo dedicato a Fabrizio De Andrè, dove si può vedere la mitica chitarra: Estevè


Porta dei Vacca dalla darsena Galata

bacinodarsena copia


Creuza di S. Francesco da Paola

creuza-di-s


Il borgo marinaro di Boccadasse

Boccadasse è il punto di arrivo delle passeggiate domenicali dei genovesi in Corso Italia, il bellissimo lungomare di Genova. Appena arrivati alla chiesa di Sant’Antonio si accede ad un belvedere da cui si vede lo scenario completo del borgo. Si scende una scalinata e subito si è immersi in un’Italia intima romantica che non ci si sarebbe mai aspettato in mezzo a una grande città..

foto©Aleyakke


Capo S. Chiara


S. Lorenzo


la targa


un’altra prospettiva di S. Brigida


Piazza dei truogoli di S. Brigida

foto©Aleyakke

Piazza Truogoli di Santa Brigida. Piazza dedicata alla Santa nelle cui vicinanze sorgevano due conventi ed una chiesa a lei dedicati.


scogliera a Nervi

foto©Aleyakke

ai Macelli di Soziglia

foto©Aleyakke


il leone di San Lorenzo

foto©Aleyakke


mareggiata in Corso Italia

foto©Aleyakke


per il Paradiso

foto©Aleyakke


colori in Borgo Incrociati

colori-in-borgo-incrociati.jpg

foto©Aleyakke


case al Carmine

case-al-carmine.jpg

foto©Aleyakke


via Venti di ponente


foto©Aleyakke


piazzetta S. Elena

foto©Aleyakke


via di Pré


il Lido

foto©Aleyakke


lungo Bisagno Galliera

foto©Aleyakke


rossoblu in Canneto Lungo

rossoblu.jpg

foto©Aleyakke


Salita alla Spianata


S. Lorenzo

foto©Aleyakke


piazza Lavagna

piazza-lavagna.jpg

foto©Aleyakke


Palazzi Rolli, Loggia e Banchi

foto©Aleyakke