“In qualche posto, nel suo cuore, con vecchi e nuovi colori”

al Righi (poesia)

L’odore,
umido,
degli aghi sparsi
sotto i contorti pini
mi ebbra e stordisce
con gli echi
della sua virile fragranza.
Voglio raggiungere
la torre distante,
attraverso il sentiero
che m’inghiotte
nel verde cupo della costa
scheggiata dal sole,
tra i rami distesi
e
nella molle cadenza del passo,
ero
come evaporato
dall’insolito quieto rumore
del vento senza fastidio.
Quasi mi viene da urlare
il nome,
il tuo.
Mi ribatte il doppio fischio
del merlo lesto
a celarsi
e sosto solo
a guardare la piatta foto
colpita da una striscia obliqua di sole,
sommerso di vecchio amore.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...